MATTEO BUZZANCA

(Rokovoko / Saifam)

Matteo Buzzanca (Roma, 28 settembre 1973) è un musicista, compositore e produttore discografico italiano.

La sua attività ruota attorno al mondo della canzone e delle colonne sonore. Ha realizzato arrangiamenti e scritto canzoni per diversi album e prodotto musiche per documentari, esposizioni, spettacoli teatrali, spot pubblicitari, cortometraggi e film, in Italia ma anche all'estero.
Ha scritto canzoni per X Factor Italia, The Voice of Italy e artisti come Eros Ramazzotti, Ermal Meta, Max Gazzè, Emma Marrone, Marco Mengoni, Luca Carboni, Arisa, Gianni Morandi, Malika Ayane, Patty Pravo, Rapahel Gualazzi, Noemi, Giusy Ferreri, Francesca Michielin, Anna Tatangelo, Giovanni Caccamo e gli Zero Assoluto.
È diplomato in Musica Applicata presso il Conservatorio F. Venezze di Rovigo con il massimo dei voti e la lode ed è anche laureato in Economia e Commercio presso l'Università degli Studi Cà Foscari di Venezia.
Attualmente è autore in esclusiva per Sugar Music.

Tra il 2002 e il 2007 collabora con il cantautore Andrea Chimenti alla realizzazione di due album, Il porto sepolto (in veste di arrangiatore) e Vietato Morire (coautore, arrangiatore e produttore). Nello stesso anno collabora con Paolo Benvegnù all'arrangiamento degli archi de Il mare verticale brano che co-firma e che verrà successivamente reinterpretato sia da Giusy Ferreri nell'album Fotografie e da Marina Rei nell'album Musa.

Nel 2012 è coautore di alcune canzoni del disco È necessario di Diego Mancino, con il quale nel 2011 aveva composto il singolo Odio tutti i cantanti per Noemi. In veste di autore ha partecipato nel 2013 al Festival di Sanremo con la canzone I tuoi maledettissimi impegni scritta insieme a Francesco Gazzè e cantata da Max Gazzè.

Nel 2015 scrive due canzoni per l'album Parole in circolo di Marco Mengoni e tre brani per Naif di Malika Ayane, tra cui il singolo Senza fare sul serio (certificato doppio platino). Nel 2016 in veste di produttore lavora all'album Love Life Peace di Raphael Gualazzi che con il singolo L'estate di John Wayne conquista subito la vetta delle classifica radiofonica italiana e il disco d'oro. Sempre nel 2016 è co-autore insieme ad Alessandro Raina del singolo Bologna è una regola di Luca Carboni che raggiunge la vetta delle classifiche d'ascolti radiofoniche. In veste di produttore arrangia il singolo Prima del tuo cuore di Gianluca De Rubertis (de Il Genio), con la partecipazione di Amanda Lear. Lo stesso anno firma insieme ad Ermal Meta il brano Arriverà l'amore, singolo di Emma Marrone, e Un cuore in due per Francesca Michielin.

Nel 2017 è co-autore del brano Un solo abbraccio interpretato da Gianni Morandi nel suo disco D'amore d'autore, mentre l'anno seguente ha firmato e prodotto il singolo Io mi innamoro ancora di Ermal Meta, presente in Non abbiamo armi.

Nel 2002 realizza le musiche del suo primo cortometraggio di Marco Ruffatti Ghosts che partecipa alla sezione screenings della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica. Sempre lo stesso lavora alle musiche de L’ultima stagione di MariaErica Pacileo, cortometraggio presentato a Torino Videoevento.
Tra il 2003 e il 2006 compone diverse colonne sonore per Lontano dal silenzio del cielo che partecipa al Valdarno Cinema Fedic, Resistenti: cinque ritratti partigiani di Fernando Maraghini, La disfatta di Guido Geminiani e Annarosa non muore documentario sulla resistenza partigiana bellunese che partecipa al Bellaria Film Festival 2003. Realizza anche le musiche per due importanti mostre allestite al Mart Museo di Trento, Mitomacchina e Il bello e le bestie, e la Virtù della Fortezza presso Castel Beseno.
Nel 2007 lavora a Los Angeles alle musiche di due cortometraggi The Devil’s in the details di Vivian Lee Moore e For the game di Abhishek Kabli entrambi presentati al Festival On the Lot. Compone inoltre il sound-design per le mostre Cosmorama Cinematografico di Giampiero Brunetta all'interno del Palazzo dei Normanni a Palermo e La scimmia nuda mostra allestita al Museo di Scienze Naturali Tridentino.
Tra il 2008 e il 2010 compone le musiche per alcuni progetti: Stagione di caccia di Andrea Mugnaini e prodotto da Studio Universal, Time up di Charlie Tango e il documentario sulla storia del calcio Padova Calcio Padova. Cent’anni di emozioni biancoscudate di Federico Massa. Realizza la colonna sonora dello spettacolo teatrale Callas, una tragedia da camera di Ottavia Lanza per il teatro Litta di Milano.
Nel 2011 realizza le musiche per il documentario Lacor dei canadesi Vincent Scotti e Dominique Morisette sulla toccante storia del Mary's Hospital di Lacor in Uganda, fondato dai coniugi Piero Corti e Lucille Corti. Lo stesso anno sonorizza Guardiamoci negli occhi per la campagna nazionale contro il glaucoma e Zorzi da Castelfranco documentario storico di Federico Massa.
Nel 2012 scrive la colonna sonora originale per il film di Andrea Mugnaini Non c’è tempo per gli eroi interpretato da Desiree Noferini e Paolo Bernardini e prodotto da Cecchi Gori Home Video. Per l'occasione scrive anche una canzone This is not love, con il testo di Francesca Lago, interpretata dal cantante inglese Cass Lowe.
Nel 2014 sonorizza l'opera I bambini sono cattivi dello scultore padovano Ettore Greco all'interno della mostra Ecce Pinocchio presso la Villa di Isola di Garda.
Nel 2015 compone Le tango de Zara interpretato dall'Orchestra di piazza Vittorio per la colonna sonora del film Pitza e datteri del regista Fariborz Kamkari.
Il 2017 lo vede impegnato nella realizzazione della colonna sonora di "Saremo Giovani e Bellissimi" lungometraggio d'esordio della regista Letizia Lamartire. Il film contiene diverse canzoni originali e racconta la storia di un ex pop-star dei primi anni '90 e di suo figlio interpretati da Barboura Bobulova e Alessandro Piavani.

Le musiche del film ricevono il premio speciale Soundtrack Stars Award al 75mo Festival del Cinema di Venezia.

Dal 2015 è docente di Sound for Movies presso SAE Institute di Milano.

Nel 2015 pubblica l'album d'esordio del suo progetto solista Teodorf (un mix di musica elettronica, shoegaze e newwave) realizzato tra Milano e Londra e missato da Ken Thomas, eclettico produttore e sound engineer inglese (Sigur Ros, Moby, Dave Gahan).

Il singolo d'esordio si intitola Why e il provocatorio videoclip è stato realizzato da Tiziano Russo.

VIDEO

200 OK

OK

The server encountered an internal error or misconfiguration and was unable to complete your request.

Please contact the server administrator, [no address given] and inform them of the time the error occurred, and anything you might have done that may have caused the error.

More information about this error may be available in the server error log.